Rumori

Il testo, liberamente tratto dalle tematiche e dalle atmosfere suggerite da “Rosencrantz e Guildenstern sono morti” di Tom Stoppard e da “Purgatorio” di Ariel Dorfman, ha l’intento di riprodurre da un lato il senso di impassibilità e sconnessione con la realtà e dall’altro la consapevolezza del rimorso e la necessità di redenzione. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rumori nasce, infatti, proprio dal bisogno di richiamare quel malessere che si avverte quando davanti a uno schermo acceso si continuano a sentire notizie di stupri, omicidi, famiglie sventrate,  pazzi che si fanno saltare per aria: follia e violenza che genera altra follia e violenza, difronte le quali si rimane impassibili, con l’unico desiderio di trovare una  via di fuga e un bisogno di salvezza.

Presentazione

Rumori – videoclip