MattatTori, l’Italia di Magnani e Gassman

Un nuovo progetto firmato TeatRing, un omaggio all’Italia d’arte, agli ultimi e soli “MattaTtori”: Anna Magnani e Vittorio Gassman.
 Due storie che apparentemente non si incontrano mai. La Magnani nasce e vive a cavallo delle guerre e dell’immediato dopoguerra, Gassman nasce 14 anni dopo e il dopoguerra lo vede ragazzo. Ma le loro storie sono l’una l’ideale proseguimento dell’altra. Hanno in comune un’anima graffiata, violentemente alla ricerca di amore, di passione, affamati di vita e conoscenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il contrasto tra l’attore, vivere, recitare, vivere recitando, l’immagine “pubblica” e il privato. Dover scegliere, continuamente, tra gli affetti e l’arte, tra la famiglia e l’arte, tra l’
amore e l’arte.
A circondare tutto, il terzo personaggio: un’Italia che, allora, veniva invidiata in tutto il mondo; che moriva di fame ma gremiva i teatri. Roma, il cinema, il teatro. Poeti e scrittori e registi e attori che facevano grande la nostra nazione.
Annunci