La ballata del prima e del dopo

Lo spettacolo, liberamente tratto dal libro autobiografico “Senza più sognare il padre” di Paolo Guzzanti (ed. Aliberti, 2012), è stato presentato in prova aperta al Teatro Brancaccino di Roma lo scorso marzo 2015.

Sul palcoscenico un inedito Guzzanti che, danzando sul filo di ricordi e di visioni futuristiche, ci racconta la sua storia di uomo, figlio, padre, giornalista, politico, italiano e all’interno di questo excursus umano – ancor prima che storico – sciorina tutti i suoi funambolismi istrionici mescolati con quelli commoventi, aggressivi, ispirati – dice lui – ad una filosofia panteistica del rammarico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il rammarico della perdita della memoria, della fine non  tanto della vita, ma di tutti i ricordi che ogni generazione si porta via insieme alle emozioni che li hanno trattenuti in un unico groviglio. Ricordi ed emozioni di un passato di cui,  come lui stesso afferma, rimangono soltanto gelidi libri, filmati, conferenze e ipocrisia sicchè ciascuno di noi scopre senza dirlo che il mondo raccontato nella storia non è mai esistito, cosa che si vanta di avere già intuito da bambino quando era convinto che la vita fosse una truffa organizzata da un regista senza scrupoli.

Un monologo dall’umorismo pungente e dalla dinamicità coinvolgente, capace di suscitare tra il pubblico il riso ma anche la commozione, di svelare di lui l’innata natura attoriale, ai più sconosciuta ma di cui i figli – Sabina, Caterina e Corrado –  certamente ne hanno ereditato  i geni.

Presentazione

 La ballata del prima e del dopo – videoclip

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...