Scritto a matita

Liberamente ispirato al racconto de Le Notti Bianche di Fëdor Dostoevskij è il frutto di una ricerca coreografica e teatrale che mescolando mimo, danza e teatro dà vita ad un racconto visivo, sottile, delicato e preciso, come un disegno a matita.
Sulle note di melodie russe ed ungheresi, inframezzate dalla voce recitante di Gyula Molnàr, la danzatrice ripercorre le vicende di Nastjenka , personaggio minore nel racconto, ritraendola in un tempo dove tutto è ricordo, le vicende sono già accadute e la memoria riaffiora intrecciando avvenimenti, luoghi, emozioni veicolati ed esplicitati dal linguaggio gestuale, danzato e narrativo allo stesso tempo.
In tal senso lo spettacolo si sviluppa come un esercizio di intimità con il pubblico, in un rapporto fatto di sguardi, gesti, movimenti e silenzi.
Al termine dello spettacolo, interamente danzato, l’attrice torna in scena mescolando la parola al gesto, raccontando nuovamente la storia, rivelando significati ed aprendo nuove possibilità di interpretazione.

Presentazione

Scheda Tecnica 

Scritto a Matita – videoclip

Scritto a Matita – videoclip1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...