Dino

dinoLo spettacolo è liberamente ispirato a “Il re del plagio” di Jan Fabre.

In uno spazio teatrale dichiarato con effetto di teatro-nel-teatro, il personaggio monologante è un angelo, diverso dagli angeli dell’ immaginario collettivo; un angelo non dal vestito bianco o con le ali ma con indosso un cappotto e pantaloni scuri, con qualche problema di dizione e anche un po’ buffo. Il suo sogno è quello di diventare umano e come tale di non essere più unico ma uguale agli uomini che si scimmiottano l’un l’altro, con tutti i loro difetti e fallimenti.

Però, non vuole essere un uomo qualunque, se l’e’ scelto dopo anni di osservazione ed il suo nome è Dino.

Un insolito angelo sceglie un uomo. Un insolito uomo sceglie di liberarsi di un cappotto diventato troppo stretto che rappresenta l’essere più caro a ogni uomo, la madre.

Un senso di perdita e un interrogativo irrisolto…a cui non c’è soluzione.

Presentazione

Scheda Tecnica

Dino- videoclip

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...