Le Mani Aperte

Il monologo debutterà il prossimo 18 ottobre, in occasione dell’apertura della stagione 2012/2013 del Teatro Il Primo di Napoli.

Nella sua rappresentazione drammaturgica de “Le Mani Aperte“,  Arnolfo Petri ha teso conservare dell’ omonimo romanzo di  Roberto Russo, al quale si è ispirato,  il dolente senso di ricerca  di se stesso e della “verità” da parte del protagonista.

Lo spettacolo è un viaggio all’inferno e ritorno attraverso i ricordi, o meglio, i fantasmi della memoria di Paolo Rocca. Tornato a Napoli, nella vecchia casa di famiglia, ormai deserta, il professore di musica ritrova intatte tutte le presenze e le sensazioni che avevano condizionato la sua vita sin da bambino.
Ombre, a tratti rassicuranti e a volte insidiose, popolano sia la casa che la memoria di Paolo, sollecitando, in alcuni casi, la tenerezza del suo ricordo e, in altri, sussurrando malevole reminescenze per evidenziare quel suo senso del peccato,  causa del dolore e della sua tormentata personalità.

Presentazione

Scheda Tecnica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...