Antigone

locandinaLo spettacolo si ispira all’Antigone (1943) di Jean Anouilh, ovvero la rielaborazione che l’autore fece della tragedia di Sofocle adattandola al periodo storico da egli vissuto durante l’occupazione nazista della Francia e ritrova nella rilettura successiva della regista un tono ancor più moderno e al contempo archetipico.

Antigone, nota nell’opera greca per il suo carattere forte e legato intimamente alla spiritualità religiosa, ora viene  privata del supporto degli Dei. Rimane però in lei lo spirito combattivo e ribelle dell’adolescenza, della rabbia di essere chiusa in una gabbia dorata.  Abbandonata dal mito a se stessa, l’eroina appare agli occhi del pubblico una ragazza piccola e fragile, ma pur sempre fiera e decisa.

Il ritmo cadenzato del coro (il popolo bue) l’accompagna ad affrontare quello che è il suo funesto destino, di fronte ad uno spettatore attento e silenzioso, partecipe  alla tragedia che si consuma.

Presentazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...